IMMIGRAZIONE: ACCOGLIENZA O CONTENIMENTO - Un nuovo approccio, di M. D'Angelo

“Aiutiamoli a casa loro”. Costa qualche milione di euro ma è meglio un programa di aiuti che affrontare costosi programmi di accoglienza e di integrazione.

Leggi tutto

UN DOSSIER DI PARTECIPAGIRE.NET

 

IMMIGRAZIONE: ACCOGLIENZA O CONTENIMENTO 

Un nuovo approccio

di Massimo D'Angelo

L’idea di un Piano Marshall per l’immigrazione appare una buona alternativa, un escamotage per attenuare le tensioni tra immigranti e cittadini, riducendo la pressione migratoria sempre più intensa, ed evitando il ricorso esclusivo al respingimento diretto. Lo slogan “aiutiamoli a casa loro” costa qualche milione di euro per finanziare programmi che permettano ai migranti di restare “a casa loro”, offrendo prospettive di lavoro nel paese di origine. La tesi è la seguente: meglio un programa di aiuti che affrontare costosi programmi di accoglienza e di integrazione per incontrollabili flussi migratori, anche se nessuno può assicurare che i soldi spesi nei programmi di aiuto produrranno risultati concreti sull’immigrazione, ma vale la pena rischiare, visti i benefici attesi (riduzione dei flussi migratori). Un Piano simile sarebbe un modo per “salvare capre e cavoli”: ridurre le frizioni causate dall’immigrazione dilagante e aiutare i potenziali emigranti (però a casa loro).

____________________

Il Dossier si può scaricare dalla sezione Download in vers. word, pdf, epub, azw3

KUKULKAN
 
Kukulkan, il serpente piumato,
Va su e giù per la mia vita
Come se mia non fosse.
Dilatati i miei occhi,
nelle pupille rugiada,
come se fossi incinta.
Il serpente va e viene
Come il vento nelle mie ore oscure.
Mi scuote;
mi marcisce la mente ormai confusa.
Penso alla morte e al perché ne ho bisogno.
Al perché ne ho bisogno per sentirmi viva.
Mi hanno fatto d’ombra e creta,
riflessi di bohemia e sangue di seta,
i miei antenati,
Indigena di razza pura,como un cavallo arabo
con uno spagnolo incrociato.

-------------------------------------

Dalla raccolta di Poesie di Sonia Garcia, Sogni e Serpenti - Ed. Croce - Traduzione dallo spagnolo di Paolo Basurto

========

CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE
Il 25 novembre del 196o il dittatore Trujillo ordinó l'uccisione di tre sorelle che avevano osato ribellarsi all'ingiustizia contro la loro famiglia, derubata dei propri beni, e alle atrocitá del suo regime, dando vita a un movimento clandestino di liberazione per i diritti delle donne e di tutti i cittadini della Repubblica Dominicana. Si chiamavano  Patria, Minerva e Maria Teresa Mirabal, soprannominate Las Mariposas (le farfalle) in clandestinitá. Finite  in  carcere, dopo qualche mese furono liberate, mentre i loro mariti restavano reclusi. Ma era solo un tranello.

   Caramella

CAFFE' A SORPRESA

L'avevo sentito dire, ma adesso m'è capitato di sperimentarlo.
Andando nel solito caffè sotto l'ufficio a Vicenza, al momento di pagare mi hanno detto che era già stato pagato da uno sconosciuto che, a sua volta, lo aveva bevuto gratis perché un altro sconosciuto aveva anticipato i soldi, e così via.
In fondo, può succedere che, colpito favorevolmente dalla sorpresa, ognuno paga un caffè.
Ma comunque resta simpatica la catena di cortesia e il fatto di ringraziare un "senza volto" misterioso.

E allora mi hanno anche detto che esiste un'altra catena, via internet e telefonini vari. Consiste nel segnalare ad un certo indirizzo telematico che il tal giorno offri un pranzo in casa tua.

Un "senza volto" controlla via internet le varie disponibilità e sceglie: chi arriva primo, mangia. Immagino, però, a volto scoperto.

Cosa non si fa pur di tentare di acchiappare qualcosa!

   L. Carpo

 

SE TRUMP DURASSE QUANTO BERLUSCONI

 Luigi Zingales pensa che Trump somigli molto a Berlusconi e ha scritto un articolo interessante sul New York Times. Il noto economista consiglia agli americani di studiarsi per bene gli errori che la sinistra italiana ha commesso durante il regno di Berlusconi, per cercare di non ripeterli. Chissà che la sinistra americana (ammesso che esista e conti qualcosa) non sia meglio di quella italiana.        [L’originale inglese si trova a questo LINK; di seguito si offre la traduzione dei primi paragrafi]

"Cinque anni fa, ero già preoccupato per il rischio di una presidenza di Donald J.  Trump. La maggior parte delle persone ci ridevano su. Lo ritenevano impossibile. Non sono stato particolarmente lungimirante; vengo dall’ Italia, e avevo già visto questo film, interpretato da Silvio Berlusconi, che ha guidato il governo italiano come primo ministro per un totale di nove anni tra il 1994 e il 2011. Sapevo come sarebbe andata a finire. Ora che il signor Trump è stato eletto presidente, il parallelo con Berlusconi potrebbe offrire una lezione importante su come evitare di trasformare una vittoria ottenuta sul filo del rasoio in un affare capace di durare due decenni.   [leggi tutto ]
<<<<<<<<<<<<<<<>>>>>>>>>>>>

THE DAY AFTER

Aaron Benjamin Sorkin, è uno dei più popolari scrittori americani autore di libri e sceneggiature televisive di grande successo. La lettera che segue è stata scritta il giorno dopo le elezioni dell’8 novembre e pubblicata su Vanity Fair dove può essere letta per intero nella sua versione originale.

"  Famiglia,
il mondo è cambiato ieri sera tardi e non ho avuto modo di potervi proteggere. E 'una sensazione terribile per un padre. Non vi voglio addolcire la pillola. Quanto è accaduto è davvero orribile. Non è certo la prima volta che il mio candidato alla presidenza non vince (in realtà è almeno la sesta ), ma è la prima volta che vince un maiale assolutamente incompetente, pieno di idee pericolose, un tipo affetto da seri disturbi psichiatrici, senza nessuna conoscenza del mondo e privo di qualsiasi curiosità per cominciare ad imparare.
E non è stato solo Donald Trump a vincere la scorsa notte, hanno vinto anche i suoi sostenitori. Il Ku Klux Klan ha vinto la scorsa notte. Nazionalisti bianchi. Sessisti, razzisti e buffoni, giovani e arrabbiati bianchi che pensano che la musica rap e Cinco de Mayo siano una minaccia per il loro modo di vita (o sono la ragione per il loro modo di vita) hanno avuto la loro occasione per festeggiare. "[……. LINK] [trad. red.]
<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
===========================================

Altri articoli...

DESIGN BY WEB-KOMP