DAL MOVIMENTO 5 STELLE AL GRILLISMO

di Paolo Basurto

FLASHBACK: FEBBRAIO 2010:

"Sergio non ha avuto dubbi. Ormai sulla via del ritorno. Il golfo di Salerno, sfoggiando timidi luccichii di un sole riluttante per tutto il pomeriggio. Il lungomare già acceso a ricevere la sera: ”Che bella città. Che bella giornata ! Meno male che ci siamo andati !”. Ottima sintesi.

Poco prima, nel saloncino gremito di gente della Feltrinelli, uno svociato Beppe Grillo aveva trovato l’energia per una chiacchierata delle sue.
Era arrivato a Salerno alle due del pomeriggio e s’era fatto il giro di tutti i gazebo della Città. Animando e commentando, compiaciuto per la quantità di giovani che andavano in giro a raccogliere firme.
Troppa gente alla Feltrinelli. Non c’era microfono. Tutti volevano sentire, anche fuori, in strada. Per fortuna

PROSPETTIVE CINESI

(II)

 

Gisella Evangelisti a colloquio con Eleonora Infuso

Capelli lunghi castani, giacchetta nera, pantaloni e tacchi alti, lo sguardo serio concentrato sui documenti della Giornata di Donne imprenditrici asiatiche e spagnole. La típica giovane professionista globalizzata, penso, che nella sua scalata al tetto di cristallo,   ha sempre meno tempo per le conversazioni gratuite. Invece no. Davanti a una tazza di té, mi racconta per ore come ha vissuto i suoi due anni di lavoro in Cina, un paese dalla cultura millenaria, immerso in un processo tumultuoso di crescita.  E la piacevole  conversazione, potrebbe continuare ancora. Dei suoi 26 anni, Eleonora Infuso ne ha passati almeno 6 fuori dall’Italia, cominció con un Erasmus a 16 anni, in una cittá del Colorado, in USA,  perché i genitori riuscirono a

LA FINE DEL MONDO?

"El día que fue el día, era noche. Y noche será el día que serà el dìa

Solstizio d'inverno. Il Tramonto del Quinto Sole nel calendario dei Maya. I loro discendenti,oggi, contadini delle etnie dei tzotziles, tzeltales, choles, zoques, tojolabanes...sono scesi a decine di migliaia dalle loro montagne per sfilare silenziosi nelle principali città del Chiapas messicano e celebrare a modo loro la fine del loro mondo: il massacro di Acteal che, nel 1997 sterminò decine di persone inermi per mano di squadroni della morte e con la complicità quasi certa delle Autorità governative dell'epoca. L'obiettivo di quella strage era stroncare sul nascere il Movimento Zapatista. Il Subcomandante Marcos, dimostrando con le sfilate silenziose e pacifiche che il Movimento è vivo e vegeto, ha concluso le celebrazioni con la apocalittica frase: "Avete sentito? Quello è il rumore del loro mondo che si sgretola. Mentre il nostro risorge. Il giorno che fu il giorno, era notte. E notte sarà il giorno che sarà il giorno."{jcomments on}

SPERIMENTARE LA DEMOCRAZIA DIRETTA

Incontro al Lucrezio Caro di Roma

di Sergio Lattanzi

Pochi hanno il privilegio di entrare in una scuola senza la soggezione e la responsabilità della valutazione che imbriglia l'insegnante e lo studente, e poter insegnare ed imparare in uno scambio libero. A me è successo pochi giorni fa al liceo classico Lucrezio Caro di Roma, al Villaggio Olimpico. L'occasione è stata offerta dalla settimana di Cogestione della Scuola, dall'interessamento di una insegnante al tema della partecipazione e da due amici, io e Paolo, che della partecipazione hanno fatto uno stile di vita annoiando parenti e amici con lunghe chiacchierate sui massimi sistemi.
Il successo dell'iniziativa, una miniconferenza sulla democrazia partecipativa il primo giorno e una esperienza di

COMMENTI

I vostri commenti agli articoli vanno inviati, per la loro pubblicazione, al seguente indirizzo: partecipagire.net@gmail.com


 

'Farfalle Rosse', un romanzo di Gisella Evangelisti, pubblicato qualche tempo fa  in lingua spagnola è ora finalmente tradotto in italiano. Il libro è già apparso a puntate sul sito di Partecipagire.net, ora può essere scaricato nella sua versione completa, nell'area dei downloads- Categ. Libri a Puntate . 'Farfalle Rosse' è il racconto di una vita, o meglio, di più vite, quante sono quelle nelle quali si incarna la protagonista, tessendo una tela di fili imprevedibili tra continenti e culture profondamente diversi. Nello stile della Evangelisti, dove ironia e poesía si mescolano, il dramma non sfugge ma rafforza una visione energica e tenace che aiuta la ricerca e la speranza di una spiritualità che dia senso all'amore e alla quotidianeità. [Link al download]

======================================================

SE TRUMP DURASSE QUANTO BERLUSCONI

 Luigi Zingales pensa che Trump somigli molto a Berlusconi e ha scritto un articolo interessante sul New York Times. Il noto economista consiglia agli americani di studiarsi per bene gli errori che la sinistra italiana ha commesso durante il regno di Berlusconi, per cercare di non ripeterli. Chissà che la sinistra americana (ammesso che esista e conti qualcosa) non sia meglio di quella italiana.        [L’originale inglese si trova a questo LINK; di seguito si offre la traduzione dei primi paragrafi]

"Cinque anni fa, ero già preoccupato per il rischio di una presidenza di Donald J.  Trump. La maggior parte delle persone ci ridevano su. Lo ritenevano impossibile. Non sono stato particolarmente lungimirante; vengo dall’ Italia, e avevo già visto questo film, interpretato da Silvio Berlusconi, che ha guidato il governo italiano come primo ministro per un totale di nove anni tra il 1994 e il 2011. Sapevo come sarebbe andata a finire. Ora che il signor Trump è stato eletto presidente, il parallelo con Berlusconi potrebbe offrire una lezione importante su come evitare di trasformare una vittoria ottenuta sul filo del rasoio in un affare capace di durare due decenni.   [leggi tutto ]
<<<<<<<<<<<<<<<>>>>>>>>>>>>

THE DAY AFTER

Aaron Benjamin Sorkin, è uno dei più popolari scrittori americani autore di libri e sceneggiature televisive di grande successo. La lettera che segue è stata scritta il giorno dopo le elezioni dell’8 novembre e pubblicata su Vanity Fair dove può essere letta per intero nella sua versione originale.

"  Famiglia,
il mondo è cambiato ieri sera tardi e non ho avuto modo di potervi proteggere. E 'una sensazione terribile per un padre. Non vi voglio addolcire la pillola. Quanto è accaduto è davvero orribile. Non è certo la prima volta che il mio candidato alla presidenza non vince (in realtà è almeno la sesta ), ma è la prima volta che vince un maiale assolutamente incompetente, pieno di idee pericolose, un tipo affetto da seri disturbi psichiatrici, senza nessuna conoscenza del mondo e privo di qualsiasi curiosità per cominciare ad imparare.
E non è stato solo Donald Trump a vincere la scorsa notte, hanno vinto anche i suoi sostenitori. Il Ku Klux Klan ha vinto la scorsa notte. Nazionalisti bianchi. Sessisti, razzisti e buffoni, giovani e arrabbiati bianchi che pensano che la musica rap e Cinco de Mayo siano una minaccia per il loro modo di vita (o sono la ragione per il loro modo di vita) hanno avuto la loro occasione per festeggiare. "[……. LINK] [trad. red.]
<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Iscriviti alla Newsletter

IL CAPITALISMO DIVORERA' LA DEMOCRAZIA

La democrazia, governo del popolo per il popolo é in pericolo. I suoi principali nemici si annidano nei Consigli d'Amministrazione delle grandi corporazioni finanziarie che privilegiano il loro modo di generare profitto sulla volontà dei cittadini. Esiste, però, un modo per rispondere ed é quello che anche nel remoto passato di civiltà come quella ateniese funzionava. Basta dare voce a tutti senza privilegi di censo ed allora la democrazia può fare il miracolo e risorgere a nuovo splendore. Varoufakis ci dice che questa é la sfida per l'Europa di oggi, ritrovare la sua origine democratica.

Leggi tutto...

Vai all'inizio della pagina